Recinto come barriera fisica, naturale, come le montagne, i fiumi o gli steccati. Ma anche come barriera convenzionale, come una frontiera. Frontiere che sono lentamente sparite, superate dalla politica e dagli scambi economici. Da tante frontiere, ad un'unica frontiera, da tanti recinti ad un unico recinto, internazionale, che avvolge la nostra contemporaneità

La Spagna verde

Verde come ecologia. La città di Vitoria-Gasteiz eletta Capitale verde europea 2012
(fonte: Corriere della Sera), a cura di Roberto Di Ferdinando

2 comments on “La Spagna verde

  1. Roberto scrive:

    La città di Vitoria-Gasteiz, in Spagna, nei Paesi Baschi, ha superato la concorrenza di Malmo, Barcellona, Reykjavik e Norimberga ed è stata così eletta la Capitale verde europea 2012, titolo che premia le città europee con le migliori attitudini ecologiste e con i più concreti progetti urbanistici rispettosi dell’ambiente. Vitoria-Gasteiz, 240.000 abitanti, ha infatti uno spirito verde altissimo (dati tratti dall’articolo del Corriere della Sera): il 73% della nuova edilizia è pubblica, a prezzi calmierati e con forniture di pannelli solari; il rapporto tra zone verdi e popolazione è di 42,12 mq per cittadino e tutti gli abitanti della città hanno almeno un parco od un giardino accessibile a meno di 300 metri dal loro domicilio; lungo le strade e nei giardini sono state censiti 130.000 alberi di 150 specie differenti; 61 km di piste ciclabili che presto diventeranno 164 km; aumento del 42% nell’utilizzo dei bus pubblici; estesa pedonalizzazione del centro (curiosamente a Vitoria vi sono gli stabilimenti della Michelin e della Mercedes Benz); il consumo di acqua è in calo da 5 anni (119 litri procapite, la metà della media italiana) nonostante l’aumento della popolazione, per 284 giorni all’anno (dati 2008) l’aria che si respira è buona o molto buona (dal 2006 non è mai stata raggiunta la soglia d’allarme per l’ozono); 370 ettari di parchi cittadini e 662 ettari di campagne, boschi e riserve naturali che circondano, limitando l’espansione urbanistica selvaggia, la città; in ogni quartiere da lunedì a sabato i camion dei Punti Verdi Mobili effettuano la raccolta differenziata in strada. Il merito della Vitoria ecologica va diviso tra la popolazione, che da subito ha accolto i vantaggi della scelta verde della città, e l’amministrazione locale che da oltre 30 anni, con qualsiasi giunta al potere ed in collaborazione con le varie opposizioni, ha perseguito e condiviso i progetti di sviluppo eco-sostenibile.
    RDF

  2. gob scrive:

    Accipicchia, vengono i brividi se pensiamo a quello che accade nelle nostre municipalità! W Vitoria Gasteiz!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

*