Recinto come barriera fisica, naturale, come le montagne, i fiumi o gli steccati. Ma anche come barriera convenzionale, come una frontiera. Frontiere che sono lentamente sparite, superate dalla politica e dagli scambi economici. Da tante frontiere, ad un'unica frontiera, da tanti recinti ad un unico recinto, internazionale, che avvolge la nostra contemporaneità

Voli a basso inquinamento

(fonte: Sette- Corriere della Sera- Ecoturismo.it), a cura di Roberto Di Ferdinando
La scorsa settimana dall’aeroporto di Sidney è decollato un Airbus A330, della compagnia australiana QANTAS, con destinazione Adelaide. Fino a qui nessuna notizia, ma ha rendere speciale questo volo, è il fatto che l’aereo ha volato utilizzando un particolare combustibile; infatti  i propri serbatoi erano stati riempiti per metà con un carburante tradizionale per aerei, e per l’altra con un carburante derivato da oli usati in cucina. Nello specifico il biocombustibile è prodotto dall’azienda olandese SkyNRG, certificato per aviazione civile ed approvato dal WWF. Il rilascio di residui di carbonio di questo biocarburante è inferiore del 60% rispetto ai carburanti tradizionali.
La Qantas è l’ultima compagnia in ordine di tempo ad impiegare carburanti bio per i propri voli commerciali. La prima è stata la Continental Airlines, che impiega biofuel derivante da alghe prodotte dalla californiana Solazyme. Anche la KLM e Lufthansa nell’estate 2011 hanno utilizzato carburante derivante da grassi animali e da oli vegetali. Air New Zealand utlizza, invece, olio di semi ricavati dalla pianta non alimentare Jatropha curcas, mentre la brasiliana Tam derivante dalla canna da zucchero. Il bio-carburante è sempre miscelato al 50% con cherosene aeronautico.
Per ulteriori informazioni: http://recintointernazionale.blogspot.it/2011/05/macchine-da-guerra-ma-ecologiche.html
RDF

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

*