Recinto come barriera fisica, naturale, come le montagne, i fiumi o gli steccati. Ma anche come barriera convenzionale, come una frontiera. Frontiere che sono lentamente sparite, superate dalla politica e dagli scambi economici. Da tante frontiere, ad un'unica frontiera, da tanti recinti ad un unico recinto, internazionale, che avvolge la nostra contemporaneità

Biglietti da 500 euro, chi li ha visti?

(fonte: Corriere della Sera), a cura di Roberto Di Ferdinando

Sono quasi scomparsi dalla circolazione e non dipende solo dalla crisi finanziaria di questi tempi. Parlo dei biglietti da 500 euro. Secondo il rapporto della Fondazione ICSA della Guardia di Finanza, nel nostro paese 4/5 dei biglietti da 500 euro circolano solo in alcune zone: a ridosso del confine italo-svizzero, nella provincia di Forlì (che confina con la Repubblica di San Marino) ed il Triveneto dove sono numerose gli scali aeroportuali per l’est Europa. Questo porta a sospettare che il biglietto da 500 euro sia usato in queste parti del nostro Paese per far uscire il denaro dall’Italia (un milione di euro in banconote da 500 pesa 1,6 Kg, mentre 10.000 euro entrano in una borraccia di un ciclista e non a caso negli ultimi tempi sono aumentate le scalate amatoriali in bicicletta verso San Marino) o per il riciclaggio.
Secondo il rapporto annuale dell’Unità finanziaria della Banca d’Italia, la banconota da 500 euro è indicata come “potenziale strumento di riciclaggio”.
Nell’eurozona i biglietti da 500 euro rappresentano il 34,57% del valore in circolazione ed oggi sono aumentati a 600 milioni di pezzi (valore 300 miliardi). In Italia i dati, invece, indicano una netta diminuzione di queste banconote in circolazione, dovuta principalmente alle misure antiriciclaggio attivate nell’ultimo anno dal governo italiano.
(si legga anche: http://recintointernazionale.blogspot.it/2011/08/rischio-riciclaggio-per-le-banconote-da.html)

RDF

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

*