Recinto come barriera fisica, naturale, come le montagne, i fiumi o gli steccati. Ma anche come barriera convenzionale, come una frontiera. Frontiere che sono lentamente sparite, superate dalla politica e dagli scambi economici. Da tante frontiere, ad un'unica frontiera, da tanti recinti ad un unico recinto, internazionale, che avvolge la nostra contemporaneità

dal 22 febbraio – Associazione In.stabil.mente con il patrocinio di Scandicci Cultura presenta: L’Europa che vorrei

Associazione In.stabil.mente con il patrocinio di Scandicci Cultura
presenta

L’Europa che vorrei

Un ciclo di cinque incontri fino a Maggio 2014
Teatro della Compagnia – Pieve di S.Alessandro a Giogoli – Scandicci (FI).

Europa_che_vorrei_banner.JPGA conclusione dell’Anno Europeo dei Cittadini e in vista delle elezioni Europee 2014 l’Associazione Instabilmente propone un ciclo di incontri informativi per conoscere più da vicino l’Europa e le sue istituzioni internazionali e familiarizzare con alcuni aspetti controversi della nostra appartenenza all’Unione, a partire dai più grandi interrogativi che l’attualità ci pone. Il ciclo di appuntamenti, in continuità con la prima edizione del 2013, vuol contribuire a una narrazione del volto umano e più autentico dell’Europa, quello della Generazione Erasmus, quello delle numerose opportunità culturali e progettuali che si possono aprire valorizzando il grande patrimonio comune di ricchezza nella diversità.
Il primo appuntamento, dal titolo “Diario Europeo” è per Sabato 22 Febbraio alle 18.00 ed è dedicato ai principali capitoli della nostra storia. Dalle confessioni di Altiero Spinelli agli Stati Uniti d’Europa, passando per il Parlamento Europeo. Su cosa si basa la costruzione dell’Unione Europea come la conosciamo oggi? Possiamo fare a meno dell’Euro? E degli immigrati? Come viene comunicata l’Europa in Italia? Una riflessione tra storia e attualità, tra nobili ideali e sfide quotidiane attorno all’idea di Europa, con Piervirgilio Dastoli, Presidente del Consiglio Italiano del Movimento Federalista Europeo (allievo di Altiero Spinelli), Samuele Pii, consulente politico e Andrea Maresi, Responsabile comunicazione del Parlamento Europeo in Italia. Modera Eliana Capretti, giornalista free lance. Letture sceniche da brani di Altiero Spinelli a cura di Alessio Venturini, attore e regista.
Gli appuntamenti successivi sono: sabato 1 Marzo attorno al tema della cittadinanza Europea e l’uomo planetario, a partire dalla prospettiva di Ernesto Balducci, in collaborazione con la Rivista “Testimonianze”. Sabato 29 Marzo è la volta di indagare il legame che c’è, tanto esile, quanto necessario, tra politica e felicità, con Niccolò Rinaldi, Eurodeputato ALDE, Francesco Cappè (Fondazione Garage Erasmus) e Alessio Morganti, Esperto Fondi Comunitari. Segue un approfondimento poetico e filosofico con Elena Laurenzi sulla figura di Maria Zambrano (sabato 26 Aprile) e la presentazione di alcune esperienze internazionali di comunità che cercano di tenere unite dimensione locale e globale (giovedì 8 maggio).
Il ciclo di incontri è organizzato in collaborazione con una rete di associazioni e di realtà fiorentine sensibili ai temi trattati, tra cui Ass. AzzeroKM, Ass. Società per le idee, Comunità Ebraica di Firenze, Reggio Emilia Terzo Mondo, Gioventù e Movimento Federalista Europea, Fondazione Garage Erasmus, Rivista Testimonianze. L’associazione Instabilmente sta portando avanti, inoltre, la campagna di raccolta fondi “un mattone per Giogoli” per sostenere le spese di restauro di alcuni ambienti dell’antica Pieve, sulle colline di Scandicci. Alla fine di ogni incontro segue un aperitivo a buffet con i prodotti tipici della tradizione locale dei vari paesi d’Europa, il cui ricavato contribuisce a questa finalità. Per info e prenotazioni: Associazione In.stabil.mente – Tel. 347.8274254 – 339.3067125 info@instabilmente.org Via di S.Alessandro a Giogoli, 1 – 50018 – Scandicci (FI).

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

*