Recinto come barriera fisica, naturale, come le montagne, i fiumi o gli steccati. Ma anche come barriera convenzionale, come una frontiera. Frontiere che sono lentamente sparite, superate dalla politica e dagli scambi economici. Da tante frontiere, ad un'unica frontiera, da tanti recinti ad un unico recinto, internazionale, che avvolge la nostra contemporaneità

I milionari ex combattenti high-tech israeliani

(fonte: La Stampa) – Testo di Roberto Di Ferdinando

fibra-ottica-latinaLa sua esistenza è stata rivelata nel 2010, dopo circa 60 anni di operazioni di spionaggio tecnologico altamente segreto. Si tratta dell’Unità 8200, il reparto dell’esercito israeliano che si occupa di “monitorare” le comunicazioni.
Poco sappiamo su quest’unità: fu fondata nel 1952, grazie alla concessione da parte degli USA di materiale tecnologico dismesso, con lo scopo di raccogliere dati, ha base nel deserto del Negev ed opera per proteggere Israele da attacchi cibernetici e per effettuare operazioni informatiche contro i suoi nemici.
Nel 2010 fu Aharon Yadlin, allora capo dei servizi segreti israeliani, a comunicarne l’esistenza, e proprio in quelle settimane l’Iran fu vittima del più grande attacco informatico mai subìto, che mise fuori uso per lungo tempo le centrali nucleari di Teheran.
L’unità si compone di molti specialisti del settore high-tech e la loro preparazione è elevatissima. Basti pensare che una volta che i suoi componenti vanno in pensioni, questi trovano subito una collocazione ben retribuita (s i parla di stipendi di milioni di dollari) nell’industria informatica israeliana ed occidentale (nella sola Israele esistono circa 5.000 aziende informatiche che danno lavoro a circa 230.000 persone).
Molti dirigenti di aziende high-tech provengono dalla formazione e dall’esperienza dell’Unità 8200: Yair Cohen, ex generale e comandante dell’unità, oggi è a capo della Elbit System società privata che si occupa di intelligenze informatico; Yehuda e Zonhar Zisapel ex militari, oggi a capo di una decina di start-up impegnate nei servizi tecnologici, Aharon Zevi Farjash, ex cmandante dell’8200 ed oggi a capo della società informatica Fts21, mentre altre aziende digitali, come Nice, Convers e Check-Point sono state fondate da ex veterani dell’8200.
RDF

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

*