Recinto come barriera fisica, naturale, come le montagne, i fiumi o gli steccati. Ma anche come barriera convenzionale, come una frontiera. Frontiere che sono lentamente sparite, superate dalla politica e dagli scambi economici. Da tante frontiere, ad un'unica frontiera, da tanti recinti ad un unico recinto, internazionale, che avvolge la nostra contemporaneità

La principale minaccia per l’ambiente proviene dal….cibo

(fonte: National Geographic Italia), testo di Roberto Di Ferdinando

154904804-f28ef885-79b9-4c93-8b7e-fef3a016c837National Geographic Italia ha dedicato lo speciale del numero di maggio 2014 al “Futuro del cibo”, come nutrire in modo sostenibile un mondo sempre più popolato. Infatti, dai dati riportati dal mensile, risulta che le minacce per l’ambiente non provengano dallo smog o dalle emissioni delle industrie, ma dalla produzione e trasporto del cibo. Riporto di seguito alcuni dati interessanti che si possono leggere nell’articolo: “Oggi solo il 55% delle calorie dei cibi coltivati nutre le persone; il resto alimenta il bestiame (circa il 36%) o viene trasformato in biocarburanti e prodotti industriali (circa il 9%). Benché molti di noi consumino carne, latticini e uova di animali cresciuti in allevamenti intensivi, solo una frazione delle calorie presenti nei cibi ingeriti dal bestiame finisce nella carne o nel latte che arrivano sulle nostre tavole. Per 100 calorie di cereali dati al bestiame, si ottengono solo 40 calorie di latte, 22 di uova, 12 di pollo, 10 di maiale, 3 di manzo. Se trovassimo modi più efficienti per allevare il bestiame e consumassimo meno carne, nel mondo ci sarebbe più cibo.

Ridurre gli sprechi: “Si calcola che il 25% delle calorie da cibo e fino al 50% del peso totale del cibo vadano perduti o sprecati prima di essere consumati.

(http://www.nationalgeographic.it/dal-giornale/sommari/2014/04/30/foto/national_geographic_italia_maggio_2014-2118505/1/)

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

*