Recinto come barriera fisica, naturale, come le montagne, i fiumi o gli steccati. Ma anche come barriera convenzionale, come una frontiera. Frontiere che sono lentamente sparite, superate dalla politica e dagli scambi economici. Da tante frontiere, ad un'unica frontiera, da tanti recinti ad un unico recinto, internazionale, che avvolge la nostra contemporaneità

Carter ebbe la possibilità di distruggere l’Iran

“[...] avrei potuto distruggere l’Iran, ma non lo feci per salvaguardare la pace. Se lo avessi fatto sarei stato rieletto” Jimmy Carter in un’intervista alla TV nell’ottobre 2014 (fonte: Corriere della Sera)

con una pioggia di missili dal cielo e dal mare gli Stati Uniti erano in grado di abbattere le difese iraniane, in preda al caos dopo la rivoluzione e la caduta dello scià nel gennaio 1979. E la maggioranza del pubblico americano era pronta alla guerra: a New York e a Washington lo slogan dei dimostrati era: <<Nuke the Ayatollah!>>, lanciamo bombe atomiche  sull’Ayatollah!” (fonte: Corriere della Sera del 15 luglio 2015)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

*