Recinto come barriera fisica, naturale, come le montagne, i fiumi o gli steccati. Ma anche come barriera convenzionale, come una frontiera. Frontiere che sono lentamente sparite, superate dalla politica e dagli scambi economici. Da tante frontiere, ad un'unica frontiera, da tanti recinti ad un unico recinto, internazionale, che avvolge la nostra contemporaneità

II Guerra Mondiale: madre e figlia si abbracciano dopo settant’anni.

Ogni anno in questo periodo si ricordano gli orrori della Seconda Guerra Mondiale con il racconto delle bombe nucleari sganciate su Hiroshima e Nagasaki. Roberto ha postato alcuni articoli in cui si ricordano quelle lontane vicende, seppure sempre attuali. Sempre in tema di seconda guerra mondiale, è di oggi la notizia, pubblicata su Repubblica, del ricongiungimento fra una madre italiana e la figlia, di padre tedesco, a settant’anni dalla fine della guerra. La vicenda è triste, ed al tempo stesso commovente a dimostrazione ulteriore dei destini che mutano radicalmente in ogni conflitto armato. La madre italiana, che vive nei dintorni di Reggio Emilia, ha oggi 92 anni, la figlia,  cittadina tedesca, ne ha 71. La vicenda nasce verso la fine della guerra, nel 1944 quando la madre, che lavorava in Germania, rimane incinta di un soldato tedesco. La bimba viene subito tolta dal padre dalla madre naturale e vive e cresce nella famiglia di lui. La donna italiana nel frattempo, riesce a rientrare in Italia nel 1945. La madre ha sempre ritenuto che la figlia fosse morta di li a poco anche se non aveva perso del tutto le speranze di ritrovarla. Stessa cosa per la figlia che conosceva la sua vera origine ma alla quale il padre aveva rifiutato ogni genere di informazioni. Alla morte del padre la figlia, la signora Margot Bachman si è rivolta all’ITS (International Tracking Service) in Germania e, grazie anche all’aiuto della Croce Rossa (attraverso l’ufficio Restoring Family Link), è riuscita a trovare tracce della madre. Infine, notizia di oggi, pochi giorni fa è avvenuto l’incontro vicino a Reggio Emilia.

Francesco Della Lunga

Alcuni siti di interesse: https://www.its-arolsen.org/en/homepage/index.html;

http://www.cri.it/restoringfamilylinks

Letture di interesse: segnaliamo un bel romanzo di Ken Follett sulla seconda guerra mondiale, secondo volume della trilogia “The Century Trilogy”: “L’inverno del Mondo”, Mondadori, 2012.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

*