Recinto come barriera fisica, naturale, come le montagne, i fiumi o gli steccati. Ma anche come barriera convenzionale, come una frontiera. Frontiere che sono lentamente sparite, superate dalla politica e dagli scambi economici. Da tante frontiere, ad un'unica frontiera, da tanti recinti ad un unico recinto, internazionale, che avvolge la nostra contemporaneità

Category: Cultura

Religioni

Tutti i culti hanno un unico fondamento. Tutti contemplano le stesse stelle, un solo cielo ci è comune, un solo universo ci circonda. Che importa se ognuno cerca la verità a suo modo? Non si può seguire una sola strada per raggiungere un mistero così grande.
(Simmaco)

America

America= il risultato di un errore di navigazione
(L.L. Levinson, The left handed dictionary)

Ambasciatore

Ambasciatore= un onest’uomo mandato a mentire all’estero per il bene del suo paese“.
(Izaak Walton, da L.L. Levinson, The left handed dictionary)

21 marzo – Polo delle Scienze Sociali di Novoli dell’Università degli Studi di Firenze – Presentazione del libro: “Dans les coulisses du monde” di Jean-Marc de la Sablière

21 marzo 2014

Presentazione del libro: “Dans les coulisses du monde” di Jean-Marc de la Sablière

Dietro le quinte del potere, dall’Onu alla guerra in Irak, un grande diplomatico racconta i retroscena della politica internazionale.

ore 10,30 – Polo delle Scienze Sociali di Novoli, Edificio D6, aula magna, Via delle Pandette, 9 Firenze

Organizzazione: Scuola di Scienze Politiche, Associazione Alumni “Cesare Alfieri”, France Odeon Libri, Institut Français Firenze

Per saperne di più: http://www.sc-politiche.unifi.it/upload/sub/newavvisi/2014/jeanmarcsabliere.pdf

15 marzo – Libreria Salvemini – Dibattito “Partire Andare Tornare Nomadismo” – Ingresso libero

Loc_generale_ok15 marzo – Libreria Salvemini – Dibattito “Partire” – Ingresso libero
Incontro “Partire” presso la Libreria Salvemini, Piazza Salvemini a Firenze alle ore 11,00 di Sabato 15 marzo.

Interverranno Antonio Breschi- musicista dei Whisky Trail; Pavel Gawieski- pastore protestante, Mauro Marrani- Comitato Vespucci; Francesca Mercanti- ex borsista Erasmus e Niccolò Rinaldi – eurodeputato gruppo ALDE.

In una società di spostamenti e movimenti continui – e non solo fisici, anche mentali, culturali, perfino spirituali, tra costanti contaminazioni – c’è chi decide o chi deve partire, separarsi, cambiare. E chi decide o deve tornare, diverso – arricchito o più povero, in tutti i sensi. C’è anche chi resta, non lascia il suo punto di osservazione, protetto da una comunità di appartenenza, oppure tagliato fuori dal resto del mondo. Infine, vi sono coloro per cui partenza e ritorno sono un fatto della vita continuo, il nomadismo di un costante peregrinare attraverso terre, lavori, idee che cambiano ogni volta.
Partire, tornare, restare, nomadismo: quattro parole d’ordine della nostra società, quattro possibili inclinazioni personali, desideri e sogni, ma anche condizioni imposte, e altrettante sfide esistenziali e culturali per un’Europa in mutazione e una politica statica.
Quattro incontri in libertà senza tesi preconfezionate, per confrontare le voci di chi ha qualcosa da raccontare del suo cammino – in qualsiasi direzione.

26 febbraio – IBS Libreria – Franco Cardini presenta: “La scintilla. Da Tripoli a Sarajevo: come l’Italia provocò la prima guerra mondiale”

Mercoledì 26 febbraio 2014 ore 18.00
100 anni dalla Grande Guerra
Franco Cardini presenta
La scintilla. Da Tripoli a Sarajevo: come l’Italia provocò la prima guerra mondiale
Mondadori
Saranno presenti Laerte Failli e Domenico del Nero

EVB7fc84ae2d8f96ab9cda408bbf21a27f9

La scintilla. Da Tripoli a Sarajevo: come l’Italia provocò la prima guerra mondiale

All’inizio di agosto del 1914 scoppia la prima guerra mondiale. L’Italia rimane estranea alle ostilità fino al 24 maggio 1915, ma le sue responsabilità in relazione al conflitto sono molto gravi e risalgono a qualche tempo prima. Nel 1911 l’Europa è infatti in un sostanziale equilibrio, lo sviluppo economico è tumultuoso e le grandi potenze hanno risolto quasi tutti i loro contrasti coloniali: l’unico elemento di instabilità viene dall’impero ottomano, il cui collasso porterebbe a conseguenze imprevedibili. In particolare è preoccupante la situazione nei Balcani, dove i nazionalismi serbo, bulgaro, greco e rumeno aspirano a un riassetto generale della regione a spese dei territori appartenenti a Costantinopoli. Dopo oltre un quarantennio di pace fra le potenze del continente, è l’Italia che riapre la stagione dei conflitti, invadendo le province ottomane di Tripolitania e Cirenaica. Giolitti, indifferente ai problemi continentali, è alla ricerca di una vittoria militare di prestigio che taciti le opposizioni di destra e rifiuta ogni offerta di cessione di fatto dei territori avanzata da Costantinopoli, conservandone la sovranità nominale, sull’esempio dell’Egitto e dell’Algeria, da anni protettorati inglese e francese. Nasce così l’impresa di Libia, inutile e proditorio attacco all’impero ottomano.

IBS Libreria
Firenze
via de’ Cerretani 16/R
Telefono 055287339
Fax 055215195

La British Library mette on line gratuitamente oltre un milione di immagini

(fonte: La Stampa) testo di Roberto Di Ferdinando

British_library_londonLa British Library di Londra, la seconda più grande biblioteca al mondo per libri conservati (la prima è quella del Congresso degli Stati Uniti) da qualche settimana ha reso disponibile gratuitamente on line su Flickr (http://britishlibrary.typepad.co.uk/digital-scholarship/2013/12/a-million-first-steps.html) oltre un milione di immagini e foto, tutte libera dal copyright.
Il materiale pubblicato on line è stato tratto da migliaia di volumi che vanno dal Quattrocento all’Ottocento, si tratta di documenti vari: diagrammi, mappe, disegni e illustrazione riguardanti un po’ tutto il mondo. Il progetto, chiamato Mechanical Curator, sviluppato in collaborazione con Microsoft, si è basato sulla scansione dei documenti ad altissima qualità con l’obiettivo di renderli disponibili per il grande pubblico per fini divulgativi. L’operazione prevede anche l’implementazione delle informazioni grazie ai commenti che gli stessi utenti potranno lasciare nella fruizione del servizio, tale funzione sarà attiva da gennaio prossimo.
Ma la pubblicazione on line della British Library non si ferma qui. Infatti, è attivo anche il British Newspaper Archive, operazione digitale che ha l’obiettivo di mettere on line, entro il 2020, 65 milioni di articoli tratti da 200 testate giornalistiche pubblicati in Gran Bretagna dal Settecento al 1950, un progetto per coprire la storia e la cronaca britannica di questi due secoli. Tale servizio prevede la navigazione libera, ma il pagamento di circa 6 sterline per 48 ore di download degli articoli.
RDF

12 e 13 dicembre 2013 – Congresso internazionale: “La democrazia in Europa: due secoli di dibattito politico”

12 e 13 dicembre 2013

Congresso internazionale: “La democrazia in Europa: due secoli di dibattito politico”

In memoria del Prof. Salvo Mastellone

ore 10,30 il 12 dicembre e ore 10 il 13 dicembre

Dipartimento SAGAS, Aula Magna, via S. Gallo, 10 Firenze; il 13 dicembre ore 15 Sala degli Affreschi, Consiglio Regione Toscana, Via Cavour, 4 Firenze

Organizzazione: Università di Firenze Dipartimento SAGAS (Storia, Archeologia, Geografia, Arte, Spettacolo), Università di Perugia, Ass. italiana degli storici delle dottrine politiche, European Society for the history of Political Thought

Per saperne di più: http://www.sagas.unifi.it/upload/sub/documentazione/democrazia-europea–4–3.pdf

2 dicembre – presentazione del libro di Valentino Baldacci “Giovanni Spadolini: la questione ebraica e lo Stato di Israele”

spadolinipresentazione del libro di Valentino Baldacci “Giovanni Spadolini: la questione ebraica e lo Stato di Israele”

Firenze, Palazzo Vecchio – Salone de’ Dugento
3 dicembre 2013
dalle ore 17.00 alle ore 19.00

Il Presidente del Consiglio Comunale Eugenio Giani

ha il piacere di invitarvi alla presentazione del libro di Valentino Baldacci

“Giovanni Spadolini: la questione ebraica e lo Stato di Israele”

Interverranno: Cosimo Ceccuti, Sandro Rogari, Giancarlo Elia Valori, Giulio Terzi di Sant’Agata

In collaborazione con:

Fondazione Spadolini Nuova Antologia

Associazione Amici Israele Toscana

Comunità Ebraica di Firenze

Ciclo di conferenze: “I conti con la storia. Conflitti e memorie dei conflitti nell’Europa del Novecento”

I conti con la storia. Conflitti e memorie dei conflitti nell’Europa del Novecento

lunedì 14 ottobre | 21,00
Circolo Vie Nuove – viale Giannotti 13 – Firenze
Info: 055 683388
Mail: vienuove@vienuove.it
Web: www.vienuove.it

 

Immagine tratta da: www.nwo.it

Immagine tratta da: www.nwo.it

Dal 14 ottobre all’11 novembre 2013, ogni lunedì sera il Circolo Associazione Vie Nuove e l’Istituto Storico della Resistenza in Toscana, con la gentile partecipazione dell’Istituto Francese di Firenze, propongono attraverso un mini-ciclo di incontri una riflessione sulla elaborazione della violenza e dei conflitti nella recente storia europea. L’intento è di discutere su come la politica e la giustizia siano intervenute e stiano intevenendo su aspetti particolarmente controversi delle storie nazionali, quali sono state le tragedie e i traumi delle guerre civili o i più efferati episodi di violenza ai civili durante i conflitti bellici.

Il tema particolarmente ampio, in quanto il dibattito sulla memoria dei conflitti e sul ruolo taumaturgico della giustizia e della politica ha ormai assunto dimensioni globali.Lo stesso verrà reso accessibile ad un pubblico non specialista, proponendo ogni volta (nei quattro incontri e nella tavola rotonda finale) un confronto tra vari studiosi di varie discipline e provenienze, per poter anche riflettere attorno al contributo che la ricerca e la rielaborazione storiografica possono dare elaborando positivamente quelle controversie.

Partecipazione gratuita per studenti e insegnanti, affinchè possano approfondire questioni che di rado trovano spazio adeguato nei programmi scolastici. Per tutti gli altri iscrizione a tutto il corso con una quota di 10 euro (riservata soci arci-uisp).

PROGRAMMA INCONTRI:

Lunedì 14 ottobre
Politiche della memoria e rielaborazione della storia in Italia e Germania
interventi di Leonardo Paggi (Univ. Modena e Reggio) e Lutz Klinkhammer

Lunedì 21 ottobre
Il fardello della Repubblica. La Francia tra Vichy e l’Algeria
interventi di Andrea Brazzoduro (La Sapienza, Università di Roma) e Patrizia Dogliani (Univ. Bologna)

Giovedì 24 ottobre (alle ore 20 prssso l’Istituto Francese di Firenze)
Proiezione del film “La Trahison” (2005) di Philippe Faucon nell’ambito di “Jeudi Cinema”, per approfondire ulteriormente il tema Francia-Algeria (Ingresso libero)

Lunedì 28 ottobre
Quando è finita la guerra civile spagnola?
interventi di Alfonso Botti (Univ. Modena e Reggio) e Enrico Acciai (Isrt)

Lunedì 4 novembre
Chi ha vinto le guerre di Bosnia?
Interventi di Andrea Rossini (Osservatorio Balcani e Caucaso) e Stefano Bianchini (Univ. Bologna/Forlì)

Lunedì 11 novembre
Tavola rotonda
con Marcello Flores (Univ. Siena), Joerg Luther (Univ. Piemonte orientale),
Maria Chiara Vitucci (Seconda Università di Napoli), Paolo Pezzino (Univ. Pisa)