Recinto come barriera fisica, naturale, come le montagne, i fiumi o gli steccati. Ma anche come barriera convenzionale, come una frontiera. Frontiere che sono lentamente sparite, superate dalla politica e dagli scambi economici. Da tante frontiere, ad un'unica frontiera, da tanti recinti ad un unico recinto, internazionale, che avvolge la nostra contemporaneità

Category: Eventi

10 Dicembre Dipartimento di Storia Archeologia Geografia Arte e Spettacolo (SAGAS), Aula Magna – Firenze — Convegno internazionale: “La pirateria fra storia e diritto: percorsi di ricerca interdisciplinare”

Convegno internazionale: “La pirateria fra storia e diritto: percorsi di ricerca interdisciplinare”
Coordina Ida Gilda Mastrorosa.  Intervengono: Roberto Bartoli (Università di Firenze), Philip de Souza (University College, Dublin), Immacolata Eramo (Università di Bari), Marco Gemignani (Università di Pisa), Mario Lentano (Università di Siena), Ida Gilda Mastrorosa (Università di Firenze), Marco Pellegrini (Università di Bergamo), Stefano Pietropaoli (Università di Salerno), Filippo Ruschi (Università di Firenze), Anna Tarwacka (Uniwersytet Kardynala Stefana Wyszynskiego Warszawa).
Programma: http://www.sagas.unifi.it/upload/sub/documentazione/dic-mastrorosabrochure-workshop-pirateria.pdf
10 Dicembre 2015  -  ore 9,15
Sede:

Dipartimento di Storia Archeologia Geografia Arte e Spettacolo (SAGAS), Aula Magna, Via San Gallo, 10 Firenze
Organizzazione:

Dipartimento di Storia Archeologia Geografia Arte e Spettacolo (SAGAS) dell’Università di Firenze, Laboratorio di Storia Moderna

21 marzo – Polo delle Scienze Sociali di Novoli dell’Università degli Studi di Firenze – Presentazione del libro: “Dans les coulisses du monde” di Jean-Marc de la Sablière

21 marzo 2014

Presentazione del libro: “Dans les coulisses du monde” di Jean-Marc de la Sablière

Dietro le quinte del potere, dall’Onu alla guerra in Irak, un grande diplomatico racconta i retroscena della politica internazionale.

ore 10,30 – Polo delle Scienze Sociali di Novoli, Edificio D6, aula magna, Via delle Pandette, 9 Firenze

Organizzazione: Scuola di Scienze Politiche, Associazione Alumni “Cesare Alfieri”, France Odeon Libri, Institut Français Firenze

Per saperne di più: http://www.sc-politiche.unifi.it/upload/sub/newavvisi/2014/jeanmarcsabliere.pdf

dal 22 febbraio – Associazione In.stabil.mente con il patrocinio di Scandicci Cultura presenta: L’Europa che vorrei

Associazione In.stabil.mente con il patrocinio di Scandicci Cultura
presenta

L’Europa che vorrei

Un ciclo di cinque incontri fino a Maggio 2014
Teatro della Compagnia – Pieve di S.Alessandro a Giogoli – Scandicci (FI).

Europa_che_vorrei_banner.JPGA conclusione dell’Anno Europeo dei Cittadini e in vista delle elezioni Europee 2014 l’Associazione Instabilmente propone un ciclo di incontri informativi per conoscere più da vicino l’Europa e le sue istituzioni internazionali e familiarizzare con alcuni aspetti controversi della nostra appartenenza all’Unione, a partire dai più grandi interrogativi che l’attualità ci pone. Il ciclo di appuntamenti, in continuità con la prima edizione del 2013, vuol contribuire a una narrazione del volto umano e più autentico dell’Europa, quello della Generazione Erasmus, quello delle numerose opportunità culturali e progettuali che si possono aprire valorizzando il grande patrimonio comune di ricchezza nella diversità.
Il primo appuntamento, dal titolo “Diario Europeo” è per Sabato 22 Febbraio alle 18.00 ed è dedicato ai principali capitoli della nostra storia. Dalle confessioni di Altiero Spinelli agli Stati Uniti d’Europa, passando per il Parlamento Europeo. Su cosa si basa la costruzione dell’Unione Europea come la conosciamo oggi? Possiamo fare a meno dell’Euro? E degli immigrati? Come viene comunicata l’Europa in Italia? Una riflessione tra storia e attualità, tra nobili ideali e sfide quotidiane attorno all’idea di Europa, con Piervirgilio Dastoli, Presidente del Consiglio Italiano del Movimento Federalista Europeo (allievo di Altiero Spinelli), Samuele Pii, consulente politico e Andrea Maresi, Responsabile comunicazione del Parlamento Europeo in Italia. Modera Eliana Capretti, giornalista free lance. Letture sceniche da brani di Altiero Spinelli a cura di Alessio Venturini, attore e regista.
Gli appuntamenti successivi sono: sabato 1 Marzo attorno al tema della cittadinanza Europea e l’uomo planetario, a partire dalla prospettiva di Ernesto Balducci, in collaborazione con la Rivista “Testimonianze”. Sabato 29 Marzo è la volta di indagare il legame che c’è, tanto esile, quanto necessario, tra politica e felicità, con Niccolò Rinaldi, Eurodeputato ALDE, Francesco Cappè (Fondazione Garage Erasmus) e Alessio Morganti, Esperto Fondi Comunitari. Segue un approfondimento poetico e filosofico con Elena Laurenzi sulla figura di Maria Zambrano (sabato 26 Aprile) e la presentazione di alcune esperienze internazionali di comunità che cercano di tenere unite dimensione locale e globale (giovedì 8 maggio).
Il ciclo di incontri è organizzato in collaborazione con una rete di associazioni e di realtà fiorentine sensibili ai temi trattati, tra cui Ass. AzzeroKM, Ass. Società per le idee, Comunità Ebraica di Firenze, Reggio Emilia Terzo Mondo, Gioventù e Movimento Federalista Europea, Fondazione Garage Erasmus, Rivista Testimonianze. L’associazione Instabilmente sta portando avanti, inoltre, la campagna di raccolta fondi “un mattone per Giogoli” per sostenere le spese di restauro di alcuni ambienti dell’antica Pieve, sulle colline di Scandicci. Alla fine di ogni incontro segue un aperitivo a buffet con i prodotti tipici della tradizione locale dei vari paesi d’Europa, il cui ricavato contribuisce a questa finalità. Per info e prenotazioni: Associazione In.stabil.mente – Tel. 347.8274254 – 339.3067125 info@instabilmente.org Via di S.Alessandro a Giogoli, 1 – 50018 – Scandicci (FI).

 

Dal 13 febbraio al 31 marzo – Firenze: CORSO DI GEOPOLITICA. UNA TURCHIA, DUE TURCHIE, TANTE TURCHIE

CORSO DI GEOPOLITICA. UNA TURCHIA, DUE TURCHIE, TANTE TURCHIE

DAL 13 FEBBRAIO AL 31 MARZO 2014 – CIRCOLO VIE NUOVE – FI

1358240a6c06c2712800fab81a6ea073_w440_h300_scGiovedì 13 Febbraio 2014 , alle ore 21, con la tavola rotonda ” Un ruolo strategico tra Europa e Asia “, si apre la XV edizione del corso di geopolitica, “Una Turchia, due Turchie, tante Turchie”, curato dal circolo vie nuove in collaborazione con il Forum per i problemi della Pace e della guerra, quest’anno dedicato al l’universo turco. Alla tavola rotonda d’esordio (ad ingresso libero) parteciperanno Fabio Luigi Grassi ( saggista, docente di Storia della Turchia contemporanea e ricercatore presso l’Università “La Sapienza” di Roma”) ; Carlo Marsili, ex ambasciatore d’Italia in Turchia; Alberto Toscano, giornalista e politologo, membro della commissione istituita dal ministero francese dell’Educazione nazionale per la riforma dell’insegnamento delle lingue (2011-2012).

Anche per questa nuova edizione il coordinamento scientifico del corso è stato curato dal Prof. Gian Paolo Calchi Novati, che presiederà anche all’incontro del 13 febbraio quale coordinatore.

Il corso Una Turchia, due Turchie, tante Turchie, che vedrà la partecipazione di giornalisti, docenti universitari e addetti ai lavori, tra i massimi esperti e conoscitori della dimensione turca; oltre che dellì’attrice Serra Yilmaz, che insieme alla Prof.ssa A. Saracgil, terrà un incontro dedicato alla città di istanbul (24/03);proseguirà, con un appuntamento ogni settimana, il lunedì sera alle ore 21.10, presso il circolo vie nuove in viale Giannotti, 13 a Firenze, fino al prossimo 31 marzo 2014 .
(Serra Yilmaz sarà a Firenze nella seconda metà di Marzo 2014 per replicare
presso il Teatro di Rifredi lo spettacolo “L’ultimo Harem” per il cartellone di Pupi e Fresedde).
Contestualmente, per quattro mercoledì sera, il circolo vie nuove ospiterà anche una mini rassegna dedicata al cinema turco con ingresso gratuito per gli iscritti al corso)

In breve, gli incontri previsti per il mese di Febbraio 2014

Giovedì 13 febbraio 2014
Un ruolo strategico fra Europa e Asia
tavola rotonda con Fabio Luigi Grassi, Carlo Marsili , Alberto Toscano.
coordinatore Gian Paolo Calchi Novati (Ingresso libero)
L’ingresso della Turchia nell’Europa di Bruxelles sembra accantonato o molto ritardato ma ciò non riduce l’importanza di questa potenza “emergente” nel sistema eurasiatico e internazionale. Il neo-ottomanesimo elaborato dal partito islamico al potere doveva escludere ogni criticità con i paesi vicini ma gli sviluppi delle Primavere arabe, lo scontro sunniti-sciiti che divide il Medio Oriente anche per effetto della guerra in Siria, il difficile rapporto con Israele e, naturalmente, i contraccolpi di un progetto che sta a mezza strada fra islamizzazione e occidentalizzazione rendono il quadro nello stesso tempo esaltante e preoccupante.

Lunedì 17 febbraio 2014.
La lunga marcia di un popolo e di una nazione che è stata un impero
Giorgio Del Zanna

Partendo dall’Asia più remota, i turchi sono approdati al Mediterraneo costituendo uno Stato che ha dominato per tre secoli un territorio articolato su tre continenti. Istanbul, la Bisanzio e Costantinopoli storica, è diventata addirittura la capitale del Califfato. L’Impero Ottomano è crollato vittima delle sue contraddizioni e degli eventi bellici. Mustafa Kemal Atatürk ha fondato negli anni Venti del Novecento uno Stato nuovo, su una base fortemente nazionalista, de-islamizzato e de-arabizzato, prendendo a prestito i principi istituzionali dall’Europa. Nel secondo dopoguerra la Turchia, che è entrata a far parte del Patto atlantico ma non della Comunità europea, ha conosciuto una serie di crisi costituzionali in cui spesso l’esercito ha imposto il suo “diritto” d’intervento come custode dell’eredità kemalista. Dal 2002 il governo è saldamente nelle mani del Partito per la Giustizia e lo Sviluppo (Akp), a vocazione islamica.

Lunedì 24 febbraio 2014
Lo Stato nazionale e le questioni armena e curda
Alessandro Michelucci e Antonia Arslan**

La rivoluzione kemalista ha omologato la composizione dello Stato a prezzo in corso d’opera di una guerra contro la Grecia e i greci. L’ottomanesimo e lo stesso panturanesimo hanno lasciato il posto a una vocazione dominata dal nazionalismo turco. Minoranze ingenti come quelle curda, armena e assira si sono trovate spiazzate, perseguitate e discriminate a vari livelli. Il massacro degli armeni risale al periodo fra la fine dell’Ottocento e lo scoppio della Prima guerra mondiale ed è considerato il primo genocidio del Novecento: è ancora causa di giudizi contrastanti in Turchia e nel mondo, dove la diaspora armena è molto attiva anche nel difendere la memoria. È sempre in bilico il rapporto fra turchi e curdi, un popolo di frontiera in cerca di una patria presente con statuti diversi anche in Iraq, Iran e Siria.

Lunedì 3 marzo 2014
Gli islamici al potere fra rivoluzione e restaurazione
Marta Ottaviani**

La Turchia moderna è nata con l’impronta secolarizzata voluta da Mustafa Kemal Atatürk. Nel Duemila, tuttavia, la tradizione islamica ha ripreso il centro della scena con le ripetute vittorie elettorali del Partito per la Giustizia e lo Sviluppo (Akp). Il velo è tornato a essere legale ed è ormai molto diffuso. Ci sono o saranno conseguenze sui diritti civili ormai parte integrante della società turca? Si è riaperta la scissione fra città e mondo rurale? Con le riforme dell’Akp i militari hanno perso la loro egemonia e in teoria la politica è sovrana e con essa la volontà popolare che si esprime nel voto. La gestione economica, con un boom di cui nessuno è in grado di valutare la consistenza reale e la durata, ha creato ricchezza ma potrebbe incidere sulla coesione sociale.

(testo tratto da: www.informacitta.net)

Circolo Vie Nuove – viale Giannotti 13 – Firenze FI
CONTATTI
055.6800165

Ciclo di conferenze: “I conti con la storia. Conflitti e memorie dei conflitti nell’Europa del Novecento”

I conti con la storia. Conflitti e memorie dei conflitti nell’Europa del Novecento

lunedì 14 ottobre | 21,00
Circolo Vie Nuove – viale Giannotti 13 – Firenze
Info: 055 683388
Mail: vienuove@vienuove.it
Web: www.vienuove.it

 

Immagine tratta da: www.nwo.it

Immagine tratta da: www.nwo.it

Dal 14 ottobre all’11 novembre 2013, ogni lunedì sera il Circolo Associazione Vie Nuove e l’Istituto Storico della Resistenza in Toscana, con la gentile partecipazione dell’Istituto Francese di Firenze, propongono attraverso un mini-ciclo di incontri una riflessione sulla elaborazione della violenza e dei conflitti nella recente storia europea. L’intento è di discutere su come la politica e la giustizia siano intervenute e stiano intevenendo su aspetti particolarmente controversi delle storie nazionali, quali sono state le tragedie e i traumi delle guerre civili o i più efferati episodi di violenza ai civili durante i conflitti bellici.

Il tema particolarmente ampio, in quanto il dibattito sulla memoria dei conflitti e sul ruolo taumaturgico della giustizia e della politica ha ormai assunto dimensioni globali.Lo stesso verrà reso accessibile ad un pubblico non specialista, proponendo ogni volta (nei quattro incontri e nella tavola rotonda finale) un confronto tra vari studiosi di varie discipline e provenienze, per poter anche riflettere attorno al contributo che la ricerca e la rielaborazione storiografica possono dare elaborando positivamente quelle controversie.

Partecipazione gratuita per studenti e insegnanti, affinchè possano approfondire questioni che di rado trovano spazio adeguato nei programmi scolastici. Per tutti gli altri iscrizione a tutto il corso con una quota di 10 euro (riservata soci arci-uisp).

PROGRAMMA INCONTRI:

Lunedì 14 ottobre
Politiche della memoria e rielaborazione della storia in Italia e Germania
interventi di Leonardo Paggi (Univ. Modena e Reggio) e Lutz Klinkhammer

Lunedì 21 ottobre
Il fardello della Repubblica. La Francia tra Vichy e l’Algeria
interventi di Andrea Brazzoduro (La Sapienza, Università di Roma) e Patrizia Dogliani (Univ. Bologna)

Giovedì 24 ottobre (alle ore 20 prssso l’Istituto Francese di Firenze)
Proiezione del film “La Trahison” (2005) di Philippe Faucon nell’ambito di “Jeudi Cinema”, per approfondire ulteriormente il tema Francia-Algeria (Ingresso libero)

Lunedì 28 ottobre
Quando è finita la guerra civile spagnola?
interventi di Alfonso Botti (Univ. Modena e Reggio) e Enrico Acciai (Isrt)

Lunedì 4 novembre
Chi ha vinto le guerre di Bosnia?
Interventi di Andrea Rossini (Osservatorio Balcani e Caucaso) e Stefano Bianchini (Univ. Bologna/Forlì)

Lunedì 11 novembre
Tavola rotonda
con Marcello Flores (Univ. Siena), Joerg Luther (Univ. Piemonte orientale),
Maria Chiara Vitucci (Seconda Università di Napoli), Paolo Pezzino (Univ. Pisa)

Recinto al Rotary Club Firenze Est – Incontro dal tema: Corno d’Africa prospettive di pacificazione

T1213IT-4p_screen

Recinto Internazionale è invitato al Rotary Club Firenze Est per discutere sulla situazione geopolitica nel Corno d’Africa e sulle prospettive del processo di pacificazione. Interverrà Francesco Della Lunga.

Giovedì 13 giugno 2013 presso Hotel Mediterraneo – Firenze

cartina001

 

 

 

 

 

18 aprile 2013 – Firenze – Il traffico di esseri umani nell’Europa contemporanea: caratteristiche del fenomeno e azioni di contrasto e protezione delle vittime”

“Il traffico di esseri umani nell’Europa contemporanea: caratteristiche del fenomeno e azioni di contrasto e protezione delle vittime”
Incontro con Maria Grazia Giammarinaro, Rappresentante speciale OCSE, Coordinatrice della Lotta al traffico di esseri umani
Nell’ambito della 45a Settimana di Studi “Schiavitù e servaggio nell’economia europea. Sec.XI-XVIII”. I lavori proseguono nei giorni successivi.
18 aprile 2013 – ore 10,30 – Aula Magna del Polo Universitario di Prato, Piazza G. Ciardi, 25 – Prato
Organizzazione: Fondazione Istituto Internazionale di Storia Economica “F. Datini”
Per saperne di più: http://www.istitutodatini.it/temi/htm/temi45.htm

18 aprile – Conferenza – “La mode et les relations internationales”

18 aprile 2013 – Conferenza
“La mode et les relations internationales”
Intervento in lingua francese di Raffaello Napoleone (Amministratore Delegato “Pitti Immagine”)
ore 9-11 – Polo delle Scienze Sociali di Novoli, Edificio D4, Aula 004, via delle Pandette, 35 – Firenze
Organizzazione: Scuola di Scienze Politiche “Cesare Alfieri” Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali, Master di II livello Preparazione alla Carriera Diplomatica e alle Carriere Internazionali, CIMA (Centro Interuniversitario “Machiavelli”)
Info: Tel. +39 055-4374475, fax +39 055-4374919 e-mail coordinatore: bruna.bagnato@unifi.it e-mail segreteria: sandra.cavallucci@unifi.it

15 aprile – Presentazione del libro: “Su la testa, Argentina!”

Presentazione del libro

Su la testa, Argentina!

lunedì 15 aprile ore 17 presso la sala Affreschi del Consiglio regionale della Toscana in via Cavour 4 – Firenze.

 


Saluti
Giuliano Fedeli
Vicepresidente del Consiglio Regionale della Toscana
Intervengono
Bruno D’Avanzo
Direttore del Centro Studi e Iniziative sull’America Latina di Firenze
Severino Saccardi
Direttore della rivista “Testimonianze”
Lettura brani del libro
a cura di Tamara Tagliaferri,
Associazione amici della biblioteca di Fiesole
Sarà presente l’autore

8 aprile 2013 – Seminario – “Il reddito minimo garantito e la lotta all’esclusione sociale nell’Unione europea ed in Italia”

8 aprile 2013 – Seminario
“Il reddito minimo garantito e la lotta all’esclusione sociale nell’Unione europea ed in Italia”
Relatore: Giuseppe Bronzini (Giudice della Corte di Cassazione – Comitato direttivo BIN Italia)
ore 14 – Polo delle Scienze sociali, Edificio D4, Aula 0.11, via delle Pandette, 35 – Firenze

Organizzazione: Università di Firenze, Dipartimento di Scienze giuridiche, Corso di Diritto del Lavoro, Prof.ssa Silvana Sciarra

Per saperne di più: http://www.unifi.it/upload/sub/notizie/agenda/2009_1112/Locandina_seminari_diritto_lavoro2012_2013.pdf